Delega fiscale: ecco gli emendamenti da modificare

Publicato il: 15 dicembre 2013
Legge di stabilità 2014

Nella commissione delle finanze si è ripreso, qualche giorno fa, il discorso della delega fiscale e su eventuali norme da modificare o introdurre, riguardanti i giochi d’azzardo. In particolare, il presidente Mauro Marino ha richiesto che venissero segnalati gli emendamenti più importanti su cui intervenire e che quelli che non sarebbero stati segnalati, sarebbero stati considerati ritirati, ma con una possibilità di segnalazione in futuro.
Si è discusso di molti emendamenti dell’articolo 14, per il quale si prospetta una grande modifica. Quelli di maggior interesse ed impatto ad essere proposti, sono stati:

  • 14.3 l’introduzione di sanzioni di minimo 5.000 euro, fino a 20.000 euro (nel caso di recidività), per gli esercenti che vendano giochi con vincite a premi ai minori di anni 18, e la chiusura temporanea, dei luoghi di gioco per gli esercenti che vendano giochi con vincite a premi ai minori di anni ( a firma di Candiani e altri
  • 14.7 che ora prevede l’introduzione di un “divieto di pubblicità nelle fasce protette delle trasmissioni radiofoniche e televisive per i giochi con vincita in denaro qualora la programmazione sia prevalentemente destinata ai minor” (a firma di Caparro)
  • 14.15 che sancisce l’introduzione di un altro “divieto della pubblicità riguardante il gioco on line, realizzata da soggetti che non conseguono concessione statale di gioco”, quindi siti come il nostro potrebbero sparire (a firma di Cassano)
  • infine con l’emendamento 14.21 si richiede di rivedere le norme attualmente in vigore sulle scommesse ippiche ed affidarle ad un concessionario unico
Delega fiscale: ecco gli emendamenti da modificare
5 (100%) 1 vote

Categoria: