Milano: il sindaco chiude una sala slot

Publicato il: 12 febbraio 2014
Stemma Milano

“Non è una sperimentazione, ma un segnale forte di reazione”

È stata questa la replica del sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, quando gli sono stati chiesti dettagli sulla sospensione dell’attività di una sala slot proprio nel centro della città.

L’ 11 Febbraio, infatti, il primo cittadino di Milano, si è schierato contro il gioco d’azzardo e nel farlo ha usato il pugno di ferro, emettendo un’ordinanza di chiusura per sei mesi di una sala scommesse, in zona corso Vercelli, autorizzata da pochi mesi dalla Questura.

Alla richiesta di spiegazioni, Pisapia risponde che la struttura è indubbiamente da chiudere, in quanto non solo vicino alla parrocchia, ma anche a pochi metri da scuole e strutture sportive, quindi facilmente raggiungibile, ogni giorno, da minorenni, ai quali non dovrebbe essere assolutamente concesso di entrare, quindi bisognava intervenire urgentemente!

Non si sa se dopo il ricorso al Tar, da parte dei gestori del locale, il centro verrà riaperto, ma quello che è certo è che il comune di Milano ha un uovo obiettivo: quello di chiudere il maggior numero possibile di locali dedicati al gioco d’azzardo nella città. E forse si è trovato finalmente anche il giusto strumento giuridico, ovvero, quello che garantisce la tutela della salute dei cittadini. Visto che il gioco d’azzardo può creare dipendenza patologica, esso è può essere considerato dannoso per la salute e quindi i luoghi che lo permettono, devono essere chiusi.

Ora si attende la reazione a questa ordinanza, ma si spera che ne seguiranno altre simili!

Milano: il sindaco chiude una sala slot
5 (100%) 2 votes

Categoria: